News

Organizzazione, entusiasmo e condivisione: ecco a voi “I Diamanti di Parma”

14 Feb , 2020  

di Emanuele Tinari

Voglia di baseball, tanta e non solo. Questo è ciò che traspare dalla chiacchierata avuta con Alessandro Magelli ed Andrea Picelli riguardo l’organizzazione del primo “I Diamanti di Parma”. Giocare, sfidarsi anche per rivalsa cittadina, ma allo stesso tempo stare insieme pensando ad attività collaterali sempre con il baseball come protagonista.

“Sarà uno spring training con sei formazioni, due di A1 ed altrettante di A2 e serie B che si disputerà in tre weekend da sabato 14 a domenica 29 marzo con cinque partite per squadre con tutte le squadre che si affronteranno. – spiega Alessandro Magelli. Si giocherà sui campi di tutte le società e collaborazione di tutti quanti è stata davvero alta. Partita l’idea abbiamo sentito diversi personaggi per ogni società Andrea per il Crocetta, Stefano Chiuri per il Sala Baganza, Luca Ferrarini ed Alessandro Fanfoni per il Collecchio, Francesco Cavazzini e Massimiliano Rozzi per lo Junior Parma, io e Rodrigo Fava per l’Oltretorrente e Guido Poma per il Parma. Tutti hanno risposto presente, entusiasti del progetto”.

Un’idea semplice nata dalla volontà di giocare più partite possibile già durante il precampionato per arrivare con un buono stato di forma al playball di aprile.

“A novembre avevamo pensato di fare una preseason coinvolgendo anche squadre vicine della provincia o appena fuori – afferma Andrea Picelli – poi è venuto in mente che da noi a Parma ci sono tanti campi e tante squadre, abbiamo iniziato a diffondere la voce tra una società ed un’altra e l’idea ha colpito tutti. Da lì è partita la macchina organizzativa che unirà due eventi, visto che per il secondo anno consecutivo ci sarà anche la festa “Back to the field party” organizzata da Alessandro e Monica Iori. Inoltre Parma nel 2020 è la capitale della cultura ed anche il Comune ha accolto piacevolmente le nostre iniziative che saranno tutte patrocinate da loro, cosa mai successa per un evento del genere. Di solito qui ci sono tanti orticelli, invece in questo caso la concorrenza sul campo ci ha spinto ad organizzare tutto questo con la voglia di migliorare e se possibile portare avanti il discorso anche durante il campionato con una partita infrasettimanale. Per tanti ragazzi giocare con gente di categoria superiore, facendosi notare, può essere un bello stimolo a far meglio”.

Passando al lato più tecnico sarà un vero spring training con vincitore finale e premi individuali.

“Ci sarà una classifica ed il vincitore si assicurerà “Il Trofeo del Ducato” che terrà con sè per un anno prima di rimetterlo in gioco la stagione successiva. Si giocherà sui sette inning, ci saranno i premi individuali classici come miglior battitore e miglior lanciatore, più l’aggiunta del miglior under 21 nominato da arbitri, allenatore e classificatori, perchè tutto verrà registrato ufficialmente. Ci sarà anche una manifestazione per il softball con cinque formazioni (Crocetta A e B, Collecchio B, Langhirano e Old Parma) che si disputerà tra sabato 21 e domenica 22 al campo “Stuard” e per questo ringraziamo Elisa Peri del Collecchio Softball e Luca Carpana del Crocetta Softball. Con il softball non finirà qui perchè a fine marzo decorrono i 50 anni di questo sport a Parma. Le ex giocatrici hanno organizzato una mostra con tutte foto del passato e del presente, anche questa attività è patrocinata dal comune e durante la manifestazione parteciperanno diverse cariche comunali. Sfruttiamo il fatto che Parma 2020 sia la capitale della cultura sperando che sia presente sul posto qualche appassionato di baseball proveniente da altre città che passi qualche ora sui nostri campi”.

Ciò che fa più felici i due ragazzi è l’unione di intenti e la condivisione che l’evento ha creato.

“Vorremmo sottolineare quanto tutto nasca da tutte le varie componenti in campo, non c’è una società che organizza e le altre che si accodano ma c’è stato un forte senso di appartenenza. Il 13 marzo presenteremo ufficialmente l’evento con una conferenza stampa,  è già presente la pagina Facebook I DIAMANTI DI PARMA ed Instagram, a breve sarà online il sito, ci saranno interviste prima e durante il torneo, poi alla fine di tutto ci sarà la festa per dare il benvenuto al nuovo campionato senza pensare alla casacca che si indossa ma stando insieme e divertendosi. Come potete intuire noi ce la mettiamo tutta, siamo belli carichi, speriamo di fare il bene de movimento e soprattutto riportare il nome di Parma in alto nel baseball nazionale”.